FIRENZE:Firenze nel cuore dell’Europa fino al 31 Maggio 2017

Spread the love

Dopo il meeting internazionale The State of the Union del 5 maggio, che ha visto riunite a Palazzo Vecchio tutte le più alte autoità dell’Unione Europea, prosegue per tutto il mese di maggio la centralità di Firenze nel segno dell’identità continentale. Fino al 31 maggio la nostra città si offre come luogo di incontro e di riflessione sull’Europa e sul suo futuro, con una serie di appuntamenti di grande rilievo.

Il  Festival d’Europa coincide con il sessantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma del 25 marzo 1957 e ricorda la Dichiarazione Schuman del 9 maggio 1950, una delle pietre miliari sulla via della complessa costruzione dell’edificio europeo.  Nell’occasione vengono anche celebrati i 30 anni del Programma Erasmus, che ha permesso a oltre 4 milioni di giovani di formarsi e studiare nelle università europee, dove hanno imparato a conoscersi, rispettarsi e arricchirsi reciprocamente, scoprendo di condividere nel profondo una stessa identità che trascende di gran lunga le frontiere e mette in luce quanto sia arcaica e inadeguata la politica dei muri e delle presunte purezze etniche.

La mostra sui 60 anni dell’Europa

Fino al 12 maggio è in programma la mostra Ever closer Union, a cura del Centro di documentazione europea, che ripercorre il lungo cammino di questi 60 anni. Sede: Biblioteca di Scienze sociali dell’Università di Firenze, via delle Pandette 2.

I 30 anni del programma Erasmus

Il 9 maggio si svolge in Palazzo Vecchio un evento celebrativo dei 30 anni del progetto Erasmus. La prima parte della mattinata prevede la consegna della Carta della generazione Erasmus, un documento politico-culturale elaborato dai 200 studenti che hanno partecipato in febbraio agli Stati Generali della Generazione Erasmus. La Carta è il risultato di un dibattito che si è sviluppato nei mesi scorsi su una piattaforma online.
A partire dalle ore 10 si terrà sul tema una tavola rotonda con la partecipazione di rappresentanti istituzionali italiani e europei. In programma anche l’esibizione dell’Orchestra Erasmus, composta da 40 studenti provenienti da tutti i conservatori italiani. La conferenza sarà trasmessa in diretta streaming. Per maggiori informazioni visitare: http://festivaleuropa.erasmusplus.it/
Le celebrazioni per i 30 anni di Erasmus avranno inizio il 7 maggio, ore 18, in piazza Santissima Annunziata, con un concerto dell’Orchestra Erasmus che, insieme all’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, suonerà in ricordo delle giovani studentesse decedute  nel tragico incidente stradale di Freginals, in Spagna.
Il 9 maggio sempre in Piazza SS. Annunziata, a partire dalle 17,30 scatterà un evento a sorpresa, a cura delle Agenzie Erasmus, con la partecipazione di studenti, insegnanti, associazioni e persone che hanno vissuto un’esperienza Erasmus. Per l’occasione concerto gratuito di Sergio Sylvestre e della band fiorentina Street Clarks.

La ‘Notte Blu’ nel nome di Ernesto Balducci

8-9 maggio, complesso delle Murate. Kermesse di riflessioni sull’Europa, nel nome di Padre Ernesto Balducci, a 25 anni dalla sua scomparsa. A cura del centro Europe Direct Firenze in collaborazione con la rivista “Testimonianze”. Conclusione il 9 maggio, ore 21, con concerto dell’Orchestra Giovanile dell’Accademia Musicale, diretta da Janet Zadow, e con l’esibizione dei Whisky Trail.

‘Fabbrica Europa’

Fino al 15 giugno si ripropone, alla Stazione Leopolda e in altri spazi della città, ‘Fabbrica Europa’, un grande laboratorio sul mondo alla ricerca di nuove visioni di futuro.
Il programma della XXIV edizione di Fabbrica Europa presenta alcuni tra i massimi esponenti delle performing arts provenienti da tutta Europa e oltre (Medio Oriente, India, Cina, Mediterraneo)  che daranno la possibilità di immaginare altri mondi possibili.
Per info e programma degli eventi http://fabbricaeuropa.net/festival-fabbrica-europa/
Sounds of Europe

Non poteva mancare il linguaggio universale della musica con la rassegna Sounds of Europe che prevede, tra l’altro, il concerto del quartetto di ottoni Datura Brass che eseguirà musiche di Mascagni, Morricone, Verdi, Gabrieli, Puccini e Banchieri.(18 maggio, ore 21, Caffè Letterario delle Murate). La rassegna si concluderà il 26 maggio, ore 20, con un concerto del giovane talento Gabriele Putzulu che si esibirà con la chitarra spagnola in canzoni di Castelnuovo Tedesco, Moreno Torroba, Turina, De Falla, Ponce & Albeniz (Centro de Lengua Española Firenze, Borgo Ognissanti 9).

Per il programma completo degli eventi
http://www.festivaldeuropa.eu/event/the-eu-and-global-challenges