CARRARA: “La collezione Lazzerini. I Gessi storici del Tacca. Dalla Scuola del Marmo al Museo” fino al 14-04-2018

Oltre ai tanti appassionati di arte, sono già state numerose al momento le visite effettuate dagli Istituti scolastici, ma dato che l’inaugurazione è avvenuta prima delle vacanze natalizie, l’Amministrazione comunale ha deciso di allungare il periodo di apertura anche per avere modo di rispondere ad un numero ancora maggiore di richieste.

A questo proposito la curatrice della mostra Luisa Passeggia è disponibile, su appuntamento, ad accompagnare i visitatori che ne faranno richiesta.
La mostra accoglierà, dal prossimo mese di febbraio, il primo progetto che ha vinto l’avviso pubblico riguardante il CAP per l’organizzazione di attività culturali nel campo delle arti visive attraverso il dialogo tra gli archivi storici locali e l’arte contemporanea tramite due residenze per artisti. La pima ad essere realizzata sarà quella dell’Associazione Arteco.
L’evento espositivo, infine, ben rappresenta la vocazione di Carrara di recente entrata nel circuito Unesco per l’ambito creativo legato all’artigianato.
L’I.P.I.A.M. “Pietro Tacca” di Carrara possiede i gessi dello Studio Lazzerini dal 1955, come spiega la curatrice della mostra Luisa Passeggia. Gli eredi di questa importante dinastia di scultori, attivi a Carrara dal 1670 al 1942, decisero, infatti, di donare all’Istituto i modelli più pregevoli di una raccolta ricchissima. Adoperati come modelli di studio per gli studenti, i gessi sono divenuti parte integrante dell’attività didattica condotta nei laboratori della scuola. La ricerca storico-artistica, svolta nell’archivio privato della Famiglia Lazzerini, ha permesso di riportare all’attenzione il valore di questi esemplari, sintesi di una attività plurisecolare che ha oltrepassato epoche e confini, attraverso un percorso che si snoda nella storia della scultura italiana ed europea.  A distanza di vent’anni dalla prima esposizione, realizzata nel 1997 a Palazzo Caniparoli presso la sede dell’Ordine degli Architetti di Massa-Carrara, la Collezione Lazzerini trova oggi al CAP un ulteriore momento di studio e visibilità. Il dialogo continuo tra passato e presente è ben sottolineato dal coinvolgente allestimento espositivo e dall’efficace comunicazione della ideazione grafica, che le professoresse del Polo Artistico Chiara Cacciatori e Giovanna Dell’Amico hanno realizzato, mentre la professoressa Tiziana Corbani ha curato la parte relativa all’alternanza scuola-lavoro. Le foto provengono dall’Archivio storico Lazzerini e dall’archivio fotografico di Luigi Biagini.  L’occasione della mostra è scaturita dalla temporanea chiusura di una parte della Scuola del Marmo dove in precedenza erano stati collocati i gessi: la disponibilità delle sale del CAP ha consentito di valorizzare uno straordinario patrimonio della città che al termine dell’esposizione, dal prossimo mese di maggio, troverà una sede espositiva permanente all’interno del Museo di Villa Fabbricotti.

Il CAP Centro Arti Plastiche si trova in via Canal del Rio ed è aperto da martedì a domenica, con orario 9.30 / 12.30; 15.30 / 18.30 (tel. 0585/779681).

Allegato: Lazzerini Invito.jpg (415 kb) File con estensione jpg